Le finestre in PVC sono veramente resistenti?

Un condominio con finestre in PVC di Finestra Italia

Resistenza e stabilità sono due delle caratteristiche fondamentali delle finestre. Pensa a quanto sarebbe spiacevole che le ante delle tue finestre si piegassero sotto il peso del vetro e che le guarnizioni non riuscissero a lavorare in modo corretto, facendo passare fastidiosi spifferi!

Gli elementi che incidono maggiormente sulla resistenza e sulla stabilità delle tue finestre sono:

  1. Il materiale dei profili
  2. Le soluzioni tecnologiche

Vediamo come!

Il materiale

Il telaio e l’anta sono lo scheletro delle finestre. La robustezza del materiale incide senza dubbio sulla stabilità dell’infisso. I materiali più comuni per realizzare serramenti sono alluminio, legno e PCV.

L’alluminio è considerato – a ragione – il materiale più resistente. Non a caso in altri settori viene utilizzato per creare strutture portanti di grandi dimensioni.

Il legno è il materiale che ha la storia più lunga alle proprie spalle, tuttavia la tipologia di legno utilizzata per gli infissi non è così resistente. Le grandi strutture come ponti, palestre e padiglioni sono fatte in legno lamellare, molto costoso e non utilizzato per le finestre.

Il PVC infine, essendo di derivazione plastica, non sarebbe da solo in grado di conferire stabilità alle finestre. Tuttavia alcune soluzioni tecniche, come l’inserimento di rinforzi metallici all’interno di telaio e anta, sono in grado di trasformarlo in un ottimo materiale.

Riassumendo l’alluminio è il materiale più indicato per le grandi superfici vetrate, mentre legno e PVC ci trovano un po’ più arretrati.

Come accennato, non è solo il materiale a incidere su resistenza e stabilità. Esistono delle soluzioni di progettazione in grado di migliore queste due qualità. Vediamo quali sono.

La tecnica di progettazione

Se per l’alluminio non ci sono mai stati dubbi sulle qualità strutturali e l’attenzione dei tecnici si è concentrata sul migliorare le qualità isolanti; per il legno non sono state trovate soluzioni di qualità. Nel PVC, invece, i tecnici si sono prodigati per trovare una soluzione in grado di migliorare la stabilità.

Più nel dettaglio le soluzioni trovate sono:

  1. Rinforzi metallici
  2. Incollaggio del vetro
  3. Ripartizione della superfice in moduli.

I profili in PVC sono divisi in camere, soluzione che lo rende un eccezionale isolante termico. All’interno del profilo sono inseriti delle barre di metallo che aumentano la stabilità delle finestre.

Per aumentare la stabilità un’altra soluzione percorribile è quella dell’incollaggio del vetro. La superfice vetrata viene incollata al profilo dell’anta e in questo modo la struttura assume una maggior stabilità.

Infine, un piccolo trucco per aumentare la stabilità di una parete vetrata di grandi dimensioni è quello di progettare la finestra in modo modulare. Un esempio lo puoi vedere nella foto.

Il vano scale di questo condominio a Firenze è stato interamente realizzato con il PVC. Il primo passo è stato creare lo scheletro portante con l’inserimento di traversi orizzontali. In un secondo momento sono stati inseriti i fissi e le ante.

Ricapitolando l’alluminio è considerato il materiale più resistente per la realizzazione di infissi e lo dimostra l’utilizzo in progetti di strutture moderne e di grandi dimensioni. Il PVC soprattutto grazie alle tecniche di progettazione e lo dimostra il crescente aumento di quote di mercato.

Per la scelta dei materiali, quindi, non avere pregiudizi e affidati sempre ai consigli degli esperti.

Iscriviti alla nostra newsletter.

Scopri di più sul mondo delle finestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna ad inizio pagina