Porte finestre

Salone con due porte fienstra su giardino

Che si tratti delle nuove finestre per la vostra casa o degli infissi per la vostra prima abitazione, l’acquisto di nuovi serramenti è sempre una scelta delicata e importante, che viene affrontata poche volte nell’arco della vita e che merita particolare attenzione e consapevolezza.

Oggi molto interesse è rivolto anche verso il design, l’architettura e in generale il risultato finale non solo da un punto di vista funzionale ma anche estetico.

In particolare sempre più spesso si cerca di far comunicare interni ed esterni in maniera diretta, e a tale scopo è sempre più popolare l’utilizzo di porte finestre.

Queste infatti consentono più facilmente il passaggio della luce naturale, permettendovi di installare grandi vetrate, e inoltre offrono un passaggio diretto dall’interno verso l’esterno e viceversa, favorendo il fondersi di questi spazi che diventano più facilmente vivibili.

Immaginate per esempio di tornare dal lavoro, una sera d’estate, e dal vostro soggiorno di poter accedere direttamente, con un tocco, al giardino; magari potete anche lasciare la porta finestra aperta e cenare fuori, annullando il confine tra interno ed esterno. Niente scale, luminosità perfetta, accesso diretto, spazi più ampi. Cosa si può volere di più?

Ma quante diverse tipologie di porte finestre esistono sul mercato? E in cosa sono diverse tra loro? Quali sono, oltre ai vantaggi appena elencati, altri elementi utili che potrebbero aiutarvi a sceglierle per la vostra casa? Vediamolo insieme.

Porte finestre scorrevoli: perché sceglierle e di che tipo

Le porte finestre di tipo scorrevole sono senz’altro quelle più utilizzate grazie alla loro versatilità, ai diversi vantaggi che apportano e anche grazie all’effetto estetico che riescono ad avere sugli ambienti in cui sono poste.

Grazie alle porte finestre scorrevoli non solo sarete in grado di regolare in maniera efficace l’afflusso di luce proveniente dall’esterno, godendo appieno, quando vorrete, della luce naturale; con questa tipologia di infissi avrete soprattutto il vantaggio di guadagnare spazio.

L’apertura e la chiusura delle finestre scorrevoli infatti avviene tramite un binario su cui va a scorrere l’anta, che in questo modo non sporgerà verso l’interno o l’esterno, lasciandovi più libertà di movimento e non occupando spazio inutilmente.


Apertura finestra scorrevole in linea

Non si tratta quindi di una scelta ottimale solo per chi ama il design minimale e gli spazi aperti, ma in generale anche per chi ha a che fare con ambienti poco ampi o comunque in cui è indispensabile sfruttare al meglio lo spazio a disposizione.

I sistemi di scorrimento possono essere poi di diverso tipo: parliamo di alzante, per esempio, quando l’anta mobile è leggermente sollevata da terra e scorre su una guida, mentre parliamo di parallelo quando l’anta mobile scorre parallelamente a quella fissa a seguito di uno spostamento verso l’interno, tramite apposite guide.


Apertura finestra scorrevole in parallelo

Il sistema alzante è particolarmente indicato su vetrate ampie e l’impatto strutturale sulla soglia è minimo, quello parallelo garantisce un maggior grado di sicurezza contro le effrazioni e miglior isolamento da agenti atmosferici come pioggia battente e vento.


Apertura finestra scorrevole alzante

Quando parliamo di porte finestre scorrevoli le parole d’ordine dunque sono spazio, luminosità e design. Ma c’è una tematica che emerge spesso, e che tutti noi abbiamo a cuore: si tratta della sicurezza.

Le porte finestre, scorrevoli e non, possono diventare un passaggio facilmente utilizzabile da ladri o malintenzionati se non vengono adottate le basilari misure antieffrazione.

Come proteggervi allora, e vivere i vostri spazi in tutta tranquillità?

Porte finestre antieffrazione: una garanzia di sicurezza

Ognuno ha il diritto di sentirsi al sicuro in casa propria. Poter vivere i vostri spazi quotidianamente senza preoccupazioni e timori è indispensabile, e per questo oggi si parla spesso di sicurezza.

È un tema importante, e il mondo dei serramenti è direttamente coinvolto perché moltissimi scassinatori accedono alle abitazioni proprio passando per le finestre, forzandole e provocando spesso danni ingenti. Purtroppo in questo senso le porte finestre sono viste come un punto debole, perché garantiscono l’accesso immediato, una volta aperte, all’interno dell’edificio.

L’unica soluzione in questi casi è la prevenzione: dovete individuare quali sono i punti di accesso più vulnerabili della casa e una volta fatto scegliere la soluzione anti-effrazione che ritenete più opportuna.

Per fare una scelta consapevole che soddisfi le vostre esigenze è necessario informarsi; in particolare è bene conoscere le classi antieffrazione: si tratta di 6 classi che vanno ad indicare il livello di sicurezza del serramento, dove 1 è il valore più basso, 6 il più alto.

Ad ogni prodotto è attribuita una classe in base a degli specifici test che prevendono di simulare l’azione del ladro, con l’utilizzo anche di vari attrezzi, per verificare il grado di resistenza dell’infisso. In pratica se un infisso è di classe 1 significa che anche un ladro inesperto e non organizzato può facilmente commettere un’effrazione; di contro, se è classe 6 vi trovate di fronte ad un infisso antieffrazione di altissima qualità. Di seguito vediamo nel dettaglio le varie classi.

Classi antieffrazione per porte finestra

Classe 1

Il ladro tenta di forzare la porta o la finestra utilizzando principalmente la forza fisica, quindi con calci e spallate, ed eventualmente piccoli attrezzi. Tempo di effrazione: non definito.

Classe 2

Lo scassinatore tenta di forzare la finestra con attrezzi semplici quali cacciaviti, tenaglie, cunei o seghetti. Tempo di effrazione: 3 minuti.

Classe 3

Il ladro in questo caso può utilizzare un piede di porco e anche un cacciavite, oppure ancora altri strumenti sia manuali che meccanici, come trapani o martelli, che gli permettono di intaccare i dispositivi di chiusura del serramento. Tempo di effrazione: 5 minuti.

Classe 4

Lo scassinatore è esperto e oltre a disporre di tutti gli utensili citati in precedenza possiede anche martelli, trapani, scalpelli portatili a batterie. Tempo di effrazione: 10 minuti.

Classe 5

Lo scassinatore esperto della classe quattro dispone in questo caso di ulteriori strumenti: trapani elettrici, seghe a sciabola e altri utensili che aumentano notevolmente le possibilità di effrazione. Tempo di effrazione: 15 minuti.

Classe 6

Il ladro esperto dispone di strumenti elettrici di elevata potenza, come trapani e seghe a sciabola con disco di 230mm di diametro, con elevatissime prestazioni. Tempo di effrazione: 20 minuti.

Tenete presente, per farvi un’idea, che per le abitazioni private la classe 3 è normalmente considerata un buono standard.

In generale comunque, al fine di garantire la sicurezza della vostra casa, dovete capire quali sono le vostre esigenze e individuare il prodotto che meglio può assecondarle.

Le porte finestre antieffrazione sono sicuramente una valida opzione: rispetto alle sole grate di sicurezza rappresentano senz’altro uno strumento più efficace, e anche per quanto riguarda il design e l’estetica, specialmente negli ultimi tempi, le opzioni si sono moltiplicate al fine accontentare tutti i gusti. Assicurano inoltre un ottimo livello di durevolezza e parlando anche di prezzi, si riveleranno senz’altro un valido investimento per la vostra sicurezza.

I costi in generale variano a seconda delle dimensioni, del materiale, dei modelli, e il nostro consiglio come sempre è quello di rivolgervi a dei professionisti specializzati e di richiedere diversi preventivi per individuare la soluzione più adatta per voi.

Si sa, sulla sicurezza non si scherza; e se prevenire è meglio che curare, le porte finestre blindate rappresentano la soluzione ottimale. Vi consentiranno di vivere i vostri spazi in totale tranquillità e anche di viaggiare senza dovervi preoccupare di aver lasciato incustodita la vostra casa.

Iscriviti alla nostra newsletter.

Scopri di più sul mondo delle finestre.

Torna ad inizio pagina