Prezzi degli infissi

Finestre e porte finestra in PVC per tutti gli ambienti domestici

Quando parliamo di serramenti c’è una questione che interessa tutti e che può condizionare in maniera determinante la scelta del prodotto: stiamo parlando del prezzo.

Quali sono i prezzi degli infissi? Quanto vi costerà cambiarli o acquistarli per la prima volta?

La risposta a queste domande ovviamente non è univoca: i prezzi degli infissi possono variare innanzitutto da un’azienda all’altra, e soprattutto a seconda di quelle che sono le vostre esigenze.

Nello specifico possiamo subito individuare due fattori chiave che vanno ad influire sul prezzo dei serramenti: si tratta del materiale scelto e del tipo di finestra che si desidera.

Vediamo meglio nel dettaglio quali possono essere le differenze a seconda delle varie opzioni.

La scelta del materiale

Come saprete gli infissi possono essere realizzati con diversi materiali e ovviamente, a seconda di quello scelto, cambieranno costi e prestazioni.

Se desiderate per esempio delle finestre dal design tradizionale, potreste scegliere degli infissi in legno; se invece cercate una soluzione moderna potreste optare per il pvc o anche per l’alluminio.

In generale quelli in legno sono considerati gli infissi “per eccellenza”, perché realizzati con un materiale naturale e senza tempo come il legno appunto. Si tratta di un isolante naturale, resistente e che accontenta anche i gusti più difficili in fatto di design.

È anche un materiale però che necessita di manutenzione e cura, e in questo senso il costo negli anni potrebbe rivelarsi maggiore rispetto a quello per infissi realizzati diversamente. Potrebbe dunque trattarsi della soluzione più adatta a voi per tanti motivi, ma quasi sicuramente non della più economica.

Per quanto riguarda gli infissi in alluminio, dovete sapere che si tratta di un materiale molto resistente, leggero e versatile, che si adatta facilmente a tutte le esigenze e con zero costi di manutenzione. Purtroppo però l’alluminio non garantisce un buon isolamento termico, e per questo motivo potreste veder lievitare i costi delle bollette.

Si tratta di un elemento da valutare quando parliamo dei prezzi degli infissi: è necessario guardare oltre la spesa singola dell’acquisto e dell’installazione, valutando anche l’investimento in termini di risparmio energetico. Se abitate in zone climatiche molto calde o molto fredde, l’alluminio potrebbe non essere la soluzione più adatta a voi, nonostante i bassi costi di manutenzione.

Gli infissi in pvc invece rappresentano un ottimo compromesso: il pvc infatti è un materiale anch’esso versatile, che non necessita di manutenzioni specifiche e garantisce un buon isolamento sia termico che acustico.

Potrebbe non essere il più adatto a voi se state pensando alla realizzazione di vetrate di dimensioni molto grandi, quindi in questo caso informatevi in maniera particolarmente accurata. Ma per quel che riguarda il prezzo, con il pvc potete avere delle ottime prestazioni con dei costi molto contenuti rispetto alle alternative.

Si tratta infatti del materiale in assoluto più economico rispetto agli altri, e anche di quello che, se risponde alle vostre esigenze, può garantire il miglior rapporto qualità-prezzo.

Il consiglio è di scegliere il materiale facendovi fare diversi preventivi e valutando le alternative insieme a del personale qualificato, che vi sappia consigliare al meglio.

Il tipo di finestra

I prezzi degli infissi possono variare non solo in base al materiale scelto, ma anche in base al tipo di finestra che desiderate.

Per esempio, volete optare per l’apertura a vasistas o per l’anta a ribalta? Oppure per una finestra scorrevole?

A seconda del sistema di apertura che desiderate i prezzi potrebbero variare. Anche in questo caso si tratta di fare una scelta non valutando solo ed esclusivamente la spesa immediata, ma anche le esigenze che avete in termini luminosità, ricambio dell’aria, design e risparmio di spazio.

Se per esempio state valutando di inserire l’infisso in un ambiente molto piccolo, dove lo spazio a disposizione è poco, le finestre a vasistas oppure quelle scorrevoli potrebbero essere la soluzione più adatta a voi. Questi tipi di aperture potrebbero costare di più, nell’immediato, rispetto ad altri sistemi più semplici, ma potrebbero anche semplificarvi molto la vita. Potrebbe trattarsi in sostanza di soldi ben spesi!

Valutate quindi, anche in questo caso, quelli che sono i vostri bisogni e rivolgetevi a dei professionisti che vi aiutino a scegliere la soluzione più conveniente in termini non solo economici, ma anche di funzionalità ed efficienza.

Altri costi da valutare

Oltra alla scelta del materiale e del tipo di finestra, ci sono altri fattori che possono incidere sul prezzo degli infissi, in particolare alcuni costi aggiuntivi di cui bisogna tenere conto.

Parliamo in sostanza dei costi di trasporto, di quelli di installazione e di quelli di manutenzione.

Per quanto riguarda i primi, i costi di trasporto, essi possono variare in base alle aziende e in base alla distanza tra esse e la località dove gli infissi devono essere trasportati.

Ci sono aziende per esempio che applicano un costo fisso per il traposto, altre che lo calcolano in base ai Km da percorrere. In generale però si tratta di un fattore difficilmente prevedibile senza la richiesta di un preventivo ad hoc.; quando vi troverete a scegliere gli infissi, chiedete sempre a quanto ammontano i costi di trasporto verso la località di vostro interesse.

Un fattore poco considerato ma molto importante è quello dei costi di installazione: il montaggio dei serramenti è una fase delicata, che necessita di personale qualificato, altrimenti il rischio è quello di risparmiare nell’immediato ma ritrovarsi poi delle finestre installate in malo modo, con numerosi ponti termici, che provocheranno un aumento dei costi di riscaldamento e raffreddamento, rispetto a quelli che gli stessi serramenti potrebbero generare se fossero posati correttamente.

Anche prodotti con elevate prestazioni possono subire un notevole peggioramento delle stesse a causa di una posa in opera non professionale! Fate attenzione quindi a non cercare di risparmiare troppo su questo aspetto e rivolgetevi sempre a dei professionisti. Anche in questo caso parliamo di un costo che è sempre bene considerare, anche se magari nella fase iniziale è difficile quantificarlo. Ma ricordate di richiederne sempre l’inserimento quando vi fate fare un preventivo, per avere un quadro generale e completo dei costi.

Infine non dimenticate i costi di manutenzione. Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, a seconda del materiale scelto la manutenzione da effettuare nel corso degli anni sarà diversa: gli infissi in legno richiederanno maggior attenzione, mentre in genere sia quelli in alluminio che quelli in pvc non creano particolari problemi.

Ma se tutte queste indicazioni valgono per chi si appresta per la prima volta a scegliere gli infissi, cosa possiamo dire invece a proposito di chi magari vuole cambiarli?

Quanto costa cambiare gli infissi di un appartamento? Le variabili da prendere in considerazione sono le stesse?

Quanto costa cambiare gli infissi

Possiamo subito affermare che anche quando si tratta non di un acquisto per una nuova costruzione, ma di cambiare gli infissi di un appartamento già esistente, le variabili che andranno ad incidere sui costi sono le stesse: molto dipenderà dalla scelta del materiale dei nuovi infissi, dal tipo di finestre che vorrete installare, e infine anche in questo caso dovrete prendere in considerazione costi variabili come quelli di trasporto, di installazione e manutenzione.

Ma a questo proposito ci sono delle considerazioni in più da fare se state pensando di cambiare gli infissi di un appartamento, e non si tratta di un’installazione in un edificio di nuova costruzione.

Prima di tutto dovete valutare che il cambio degli infissi potrebbe apportare un notevole miglioramento dal punto di vista dell’efficienza energetica: in questo caso il costo immediato dovrà essere valutato prendendo in considerazione però anche il risparmio futuro. La spesa di oggi potrebbe essere un buon investimento ed essere recuperata nel giro di pochi anni grazie al risparmio sulle bollette.

Inoltre non dimenticate che ancora per tutto il 2017, in caso di sostituzione degli infissi di un immobile già esistente, potrete usufruire del cosiddetto Ecobonus: per una spesa fino a 60.000€ potrete beneficiare di detrazioni fiscali pari al 65%.

In conclusione i prezzi degli infissi sono condizionati da così tante variabili che indicare una cifra senza scendere nel dettaglio è molto difficile, e anche un cambiamento apparentemente piccolo potrebbe modificare i costi.

Per questo è sempre consigliabile, una volta individuate le vostre esigenze, parlarne con degli specialisti e capire insieme a loro quali materiali e tecnologie potrebbero fare al caso vostro. Successivamente valutate diversi preventivi e soluzioni e sicuramente, con un po’ di attenzione, in poco tempo troverete le finestre adatte alla vostra casa con un ottimo rapporto qualità-prezzo-prestazioni. Basta saper scegliere!

Contattaci o vieni a trovarci.

Ti servono maggiori informazioni? Hai domande sui nostri prodotti? Vuoi vederli dal vivo? Siamo a tua disposizione!

Torna ad inizio pagina