Sicurezza finestre: consigli e tipologie da scegliere

La sicurezza è uno dei principali aspetti da valutare quando decidi di acquistare degli infissi.

Essa infatti rappresenta l’esigenza di ognuno di noi che va a contribuire alla realizzazione del maggior comfort abitativo possibile.

Vivere tranquilli all’interno della tua abitazione è un requisito importante ma certamente non scontato da raggiungere.

Può infatti capitare, soprattutto quando abbiamo già avuto a che fare con un tentativo di effrazione, di non trovarsi in una situazione di sicurezza ottimale.

Per cercare di evitare queste spiacevoli situazioni occorre quindi dotarsi di alcuni fondamentali elementi e alcuni semplici accorgimenti.

Capire come agisce un ladro per proteggere i punti deboli dell’abitazione

Un ladro conosce molto bene quali sono i punti deboli di un’abitazione e, oltre ad essere consapevole di avere poco tempo a disposizione, quasi sempre agisce con semplici strumenti quali cacciaviti, pinze o cunei.

L’obiettivo di un malintenzionato sarà quello di non farsi notare e quindi eviterà di rompere elementi che, possono risultare troppo rumorosi, come per esempio il vetro.

L’anta rappresenta un punto strategico per il ladro; da qui cercherà di manomettere i punti di chiusura della finestra.

Ma quali sono i punti deboli di una casa?

Un ladro generalmente agisce in quei punti dell’abitazione dove l’entrata è più facilmente accessibile.

Per questo sarà necessario avere maggior attenzione per quei serramenti che si trovano nei piani bassi della casa e per quelli che si trovano in prossimità di scale e/o terrazze.

Il materiale più suscettibile ai tentativi di scasso è il legno che, a causa delle sue caratteristiche più morbide, è più facilmente penetrabile.

Il pvc e l’alluminio a differenza sono invece materiali più resistenti a possibili tentativi di manomissione.

Per concludere uno sguardo alle statistiche.

Alcuni importanti studi hanno rilevato come l’80% degli scassi viene praticato a finestre e portefinestre e solo il 20% alle porte di ingresso.

Questi dati vanno a confermare quanto sia importante potenziare la sicurezza degli infissi più vulnerabili.

Per questo motivo occorrerà dotarsi di serramenti sicuri e performanti.

Le classi di sicurezza proteggono la tua abitazione da malintenzionati

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una crescita esponenziale dei tentativi di rapina e furti.

Da uno studio de “Il Sole 24 ore”, tra le provincie italiane con più denunce annue nel 2018 al primo posto spicca Milano, seguito da Rimini, Firenze e Bologna.

Le classi di resistenza (RC) definiscono la capacità del serramento di resistere ai tentativi di manomissione da parte di malintenzionati per un certo periodo di tempo.

In questa sede, andremo a parlare di due classi di resistenza che contribuiscono ad aumentare la tua sicurezza:

  • Classe RC2
  • Classe RC2N

Con la classe RC2 la finestra resiste per 15 minuti ai tentativi di effrazione da parte di malintenzionati, anche utilizzando arnesi quali cacciaviti, pinze e cunei.

Rappresenta un ottimo grado di protezione contro i tentativi di effrazione.

Insieme al serramento, con questa tipologia di classe, rientra nella dotazione obbligatoria per ottenere la certificazione un vetro di sicurezza in classe P4A.

Cosa significa? La norma EN  356 “Vetro di sicurezza – Prove e classificazione di resistenza contro l’attacco manuale” definisce metodi di prova per classificare i vetri in funzione delle loro proprietà antieffrazione. Per fare questa prova, viene utilizzata una sfera: un vetro di dimensioni 1100 mm x 900 mm deve sopportare al centro gli impatti di una sfera del peso 4,1 kg. Il vetro P4A sopporta 3 impatti della sfera in caduta da 9000 mm.

Questa classe è consigliata per quei locali dell’abitazione che si trovano ai piani terreni e ai piani superiori di facile accesso, oppure per abitazioni che si trovano in zone isolate.

La classe RC2N descrive un serramento di sicurezza ma senza esigenze di sicurezza nella parte vetrata: non viene infatti inserito un vetro P4A, ma un vetro standard. I componenti appartenenti a questa classe sono predisposti per situazioni in cui il serramento non è a facile portata del malintenzionato, ad esempio per sopraluci, finestre ai piani superiori, finestre non posizionate in corrispondenza di balconi.

Inoltre, si consiglia di utilizzare questo tipo di serramento non nelle zone isolate, ma in zone residenziali o in situazioni condominiali, dove le abitazioni sono vicine tra loro: come abbiamo detto in precedenza, l’obiettivo di un malintenzionato sarà quello di non farsi notare e quindi eviterà di rompere elementi che possono risultare troppo rumorosi, come per esempio il vetro; la presenza di case molto vicine tra loro, quindi, può scoraggiare il malvivente già dopo pochi minuti di tentativo di scassinamento, per via dei rumori prodotti.

Come abbiamo appena visto, quindi, ogni piano della tua abitazione risulta più o meno sensibile ai tentativi di effrazione, così come la posizione dell’abitazione richiede una protezione più o meno maggiore, e per questo è necessario intervenire con una diversa sicurezza in base alla posizione del serramento nella casa.

La linea Serena

Una volta rilevata l’importanza della sicurezza del tuo serramento e dopo aver scoperto i punti deboli della tua casa, la domanda che potresti farti è:

“Come risolvo quindi il problema sicurezza all’interno della mia abitazione?”

La linea Serena è la soluzione al tuo problema.

Questa infatti è nata con lo scopo di garantire una maggiore sicurezza dei tuoi infissi e di aumentare sensibilmente il tuo comfort abitativo.

Sì, perché la linea Serena non solo ti garantisce, come abbiamo appena detto, una sicurezza maggiore delle tue finestre, ma è nata anche con lo scopo di migliorare problemi quali la dispersione termica e acustica all’interno dei locali.

La struttura dei suoi profili ti permetterà di aver a che fare con serramenti più performanti sotto ogni punto di vista.

La linea Serena: Serena e Serena RC2

La linea Serena si compone di due profili, Serena e Serena RC2.

Serena è il sistema di profili in PVC composto da 5 camere da 74 millimetri.

Il sistema si caratterizza per le sue eccezionali prestazioni di isolamento termico e acustico e per l’elemento aggiuntivo della pinna antieffrazione che aumenta la sicurezza del serramento contro possibili intrusioni all’interno della tua abitazione.

Oltre alla trasmissione termica della finestra, il profilo Serena è capace di garantire anche massime prestazioni in termini di isolamento acustico del vetro, di permeabilità all’aria, di resistenza al carico del vento, alla tenuta della pioggia battente.

Inoltre, è resistente al fuoco ed è certificato VOC, il documento che indica la quantità di sostanze nocive rilasciate da un prodotto nell’aria.

La certificazione VOC viene misurata in base a classi di merito, in un range compreso tra A+, la classe migliore, e C, la classe peggiore.

L’intera linea Serena è classificata in classe A+.

Questo tipo di certificazione, anche se per il momento non obbligatoria, risulta essere un elemento fondamentale nel garantirti un infisso che rispetti l’ambiente.

Tornando al profilo Serena possiamo concludere come questo risulti pienamente in grado di garantirti un elevato comfort abitativo in tutte le stagioni dell’anno, permettendoti di avere un elevato isolamento termico, acustico e un sistema di sicurezza ad alti livelli.

Serena RC2, rispetto al sistema precedente, ti garantisce un ulteriore livello di sicurezza.

Certificato in classe di sicurezza RC2, come ampiamente descritto sopra, il profilo resiste per almeno 15 minuti ai tentativi di scasso con attrezzi come grossi cacciaviti, pinze, tenaglie e cunei.

Il profilo Serena RC2, oltre ad avere alte prestazioni a livello termico e acustico, si differenzia dal precedente profilo per avere un sistema di sicurezza certificato IFT di Rosenheim.

L’istituto IFT di Rosenheim è un ente tedesco, riconosciuto a livello internazionale e accreditato dalla normativa DIN EM ISO/IEC 17025, e nasce come organismo di sorveglianza, prova e certificazione.

La certificazione rilasciata da questo specifico ente, nato nel 1966, risulta fondamentale nel garantirti un infisso ad elevate prestazioni.

L’istituto tedesco infine si occupa anche di ricerca, di attività di analisi e di effettuare specifici test.

Gli elementi aggiuntivi che possono contribuire alla sicurezza del tuo serramento

La scelta del giusto profilo è un’azione fondamentale per assicurarti un serramento ad elevate performance di sicurezza.

A volte però è necessario assicurarsi che al profilo di base vengano integrati importanti elementi con lo scopo di potenziare ulteriormente la sua efficacia.

Di quali elementi stiamo parlando?

La ferramenta rappresenta un elemento importante per una finestra.

Quando parliamo di ferramenta di un infisso facciamo riferimento a:

  • Nottolino a fungo;
  • Incontri a geometria antieffrazione, che grazie alla sua particolare forma garantiscono una maggiore sicurezza;
  • Asta a leva, che con un meccanismo particolare con tasto di sblocco ti permette di avere una soluzione aggiuntiva di chiusura dell’anta;
  • Placca anti-trapano;
  • Meccanismo di anti-falsa manovra che consente un corretto utilizzo in caso di antaribalta;

Un altro elemento da prendere in considerazione ad integrazione del tuo infisso sono le finiture.

In questo caso facciamo riferimento alle martelline.

Esistono vari tipi di martelline che permettono di aumentare la tua sicurezza dall’interno e dall’esterno della tua abitazione.

Tutte le nostre martelline sono dotate del sistema Secustik, un meccanismo di bloccaggio brevettato che ostacola l’apertura della maniglia dall’esterno attraverso scassinamento sull’anta. Questo sistema consente di azionare normalmente la martellina dall’interno e di bloccarla se qualcuno tenta di manipolarla dall’esterno.

Le martelline sono disponibili in vari modelli, alcune dei quali possono avere caratteristiche di maggiore sicurezza, quali pulsanti o chiavi.

Un esempio è costituito dalla martellina modello Newton con chiave, dotazione obbligatoria per il profilo Serena RC2. Questa martellina è resistente ad una forza di 100 Newton per metro, ovvero per forzare la maniglia chiusa a chiave di una finestra dotata di martellina Newton serve la stessa forza necessaria a sollevare una cassa d’acqua di un metro.

Un ultimo elemento da prendere in considerazione è l’areazione dei locali della tua abitazione.

L’anta ribalta consente l’apertura sia tradizionale sia a vasistas.

Inoltre, permette una minore dispersione di calore rispetto alla classica apertura a battente.

Un meccanismo che può essere integrato all’anta ribalta è quello della microventilazione, che consente l’apertura dell’anta di circa 3 millimetri facendola sembrare all’apparenza chiusa ma consentendo comunque un corretto ricambio d’aria.

Un sistema di ventilazione automatico efficace che può essere integrato al tuo infisso allo scopo di garantirti una perfetta areazione dei locali all’interno della tua abitazione è Gecco.

Gecco, grazie alla sua aletta intelligente interna ti consentirà un ricambio dell’aria ottimale, chiudendosi automaticamente quando il vento aumenta di intensità, riducendo di fatto gli spifferi.

Questo sistema è consigliato non solo per mantenere un giusto livello di areazione degli ambienti della tua casa ma consente, al contempo, di conservare la finestra in sicurezza.

È infine possibile installare sui serramenti un sistema di sensori, da collegare alla centralina dell’impianto di allarme, che ne consenta l’attivazione al momento in cui il serramento viene aperto.

La dotazione di questo strumento si compone di un contatto installato sull’angolo in alto dell’anta, sul lato della cremonese, e di un sensore posizionato sul telaio.

Questo tipo di dotazione non solo viene incontro alle tue esigenze di sicurezza ma, essendo posizionato all’interno del serramento, a infisso chiuso rimane invisibile agli occhi, così da non pregiudicarne l’estetica.

La tua sicurezza in casa è importante

Arrivati a questo punto ti sarai sicuramente accorto di quanto sia importante dotarsi di infissi di sicurezza all’interno della tua abitazione.

In questo articolo hai potuto comprendere come agisce un malintenzionato quando decide di entrare all’interno di un’abitazione e capire i punti critici della tua casa da tutelare.

Adesso sai anche che esistono classi di sicurezza, e in quale posizione è meglio inserirne una anziché un’altra.

Ti abbiamo inoltre presentato nel dettaglio la linea Serena e i suoi accessori capaci di garantire un maggiore comfort abitativo complessivo all’interno della tua abitazione.

Avere infissi performanti a livello di isolamento termico, acustico, di sicurezza e di estetica oggigiorno diventa un aspetto fondamentale da assicurarti quando decidi di sostituire i tuoi vecchi serramenti.

L’acquisto di un serramento performante, di sicurezza e di ottima qualità è infatti un investimento che, nel medio-lungo periodo, può portarti vari benefici di risparmio energetico e quindi di bollette meno salate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna ad inizio pagina